Antidoto al critico: connettiti al cuore.

“Non sei capace”. “Non hai nulla di importante da dire”. “Non ce la farai mai”. “Non fa per te” “Meglio stare tranquilli e tenere un profilo basso”. “Non dare fastidio”. “Chi  te lo fa fare, tanto non cambia nulla”. “Hai un’aspetto orribile”. “Stai invecchiando”. 
E potrei continuare all’infinito…..

Questo è il critico interiore, ogni essere umano ne ha uno in dotazione. Più o meno abile e preparato.

La sua sede è sempre nella testa. 

Ti fa sentire separato dagli altri, è critico verso gli altri in modo da poter innalzare se stesso, vuole mantenere le cose come sono, non ti permette di correre dei rischi, di espanderti o di manifestarti con autenticità. Ti rende incerto…. ed è sabotante.

C’è un luogo dove non ha accesso: il cuore.

Da dove viene? Chi o cosa ha creato questa struttura? Come riconoscerlo ed interagire con lui?

Di questo ed altro parleremo nel Gruppo d’incontro di Mercoledi 11 Ottobre.

Ti aspetto.

Iris Gioia Deva Rajani

Sessione di Respiro Consapevole e Meditazione Dinamica

Il respiro è il rilevatore più attendibile che esista sul nostro stato psico emotivo.

Se provi a contattare il tuo respiro proprio adesso, noterai che è chiuso, o superficiale, o che i polmoni non si espandono con facilità. Se ti prendi il tempo per compiere qualche respiro profondo, usando la parte bassa dei polmoni, interessando anche il muscolo diaframmatico, noterai subito uno stato di più calma, di “rallentamento”, di presenza.

Il nostro stile di vita, veloce, caotico e iper performante ci obbliga a trattenere tensioni e questo inevitabilmente accorcia e chiude il respiro nella parte alta dei polmoni. Riducendo il nostro respiro ad un livello ben al di sotto della reale capienza dell’ apparato respiratorio.

Impareremo a respirare con facilità nella pancia.

Il respiro circolare, connesso e consapevole permette di espellere tutto ciò che porta il nostro corpo fuori da uno stato di armonia, e ci da un surplus di ossigeno, quindi di nutrimento al cervello, consente una maggiore integrazione emisferica e ci dona nuova, fresca e pulita vitalità, libera da vecchie memorie

Il respiro è un Maestro. Ed è molto nutriente da un punto di vista energetico.

Durante l’incontro ci aiuteremo con alcune meditazioni dinamiche che possano favorire e sostenere nella pratica del respiro.

Ferite emozionali: ricongiungere con l’oro.

 

 

 

Oggi parliamo di ferite.

Nella nostra umanità è insita la sofferenza, il Buddha già ci aveva informato di questo 2560 anni fa, nella sua prima nobile verità: c’è la sofferenza.

Al di là della causa primaria di ogni sofferenza, abbiamo ognuno le nostre ferite, molte delle quali nel periodo dell’infanzia, momento della nostra vita in cui eravamo innocenti, morbidi, dipendenti ed emotivamente molto esposti.

Ora, non possiamo cambiare il passato. Ma possiamo accoglierlo.

Non possiamo ignorare la ferita, poichè lei tenderà ad attualizzarsi a livello inconscio nel nostro quotidiano presente, si farà sentire nel corpo, nelle credenze che ci limitano, nelle nostre relazioni affettive e di lavoro.

Esiste un’antica pratica giapponese, si chiama Kintsugi.

Continua a leggere Ferite emozionali: ricongiungere con l’oro.

Dipendenza Affettiva? L’inferno dentro e fuori.


La dipendenza Affettiva al pari di qualsiasi altra dipendenza e/o tossicità, si verifica quando abbiamo consegnato il nostro potere a qualcuno o a qualcosa al di fuori di noi.

Naturalmente la vita è relazione, e la felicità è più saporita se condivisa, ma siamo sicuri che ciò che ci muove verso l’altro sia la gioia traboccante e non un bisogno narcisistico?

Io per prima non ne sono certa.

Al pari di ognuno su questa terra ho le mie ferite, e non di tutt’e me ne sono presa piena responsabilità, sono una donna in cammino, a volte inciampo, ma mi rialzo sempre una volta in più.

Le ferite del passato, soprattutto quelle di cui ignoriamo l’esistenza e che ancora sono aperte, ci conducono inevitabilmente alla compulsiva ricerca di qualcuno, spesso un partner, che le possa guarire, o inconsciamente che le faccia bruciare ancor di più.

Questo ci rende affamati, dipendenti, bisognosi….. e arrabbiati quando l’altro tradisce le nostre narcisistiche pretese.

Ci sono due notizie a riguardo, una buona e una cattiva.

Notizia buona: le ferite si possono guarire solo da dentro.

Notizia cattiva: le ferite si possono guarire solo da dentro.

😉

Questo richiede un lavoro su di sè, guidato amorevolmente e con empatia, attraverso le dinamiche del passato irrisolte e non ancora accettate e comprese dal cuore compassionevole che batte nel petto di ognuno.

Siamo umani, possiamo sbagliarci. Sempre perché siamo umani possiamo comprendere, perdonare e integrare il nostro passato.

Avremmo così relazioni sane e non giochi di potere tra narcisisti e co-dipendenti, che poi finiscono inevitabilmente per scambiarsi di ruolo.

Parleremo di questo nel gruppo di incontro di Mercoledì 25 Ottobre.

Dentro di te, c’è tutto ciò che ti serve, ma se stai guardando fuori, non lo puoi vedere.

Stai con te.

Iris Gioia

Gruppi d’incontro, meditazioni, esplorazioni a tema.

Il gruppo d’incontro è uno spazio riservato e protetto.

Non è psicoterapia di gruppo.

Non c’è tecnica o formula magica o modalità istruttiva.

È un cerchio, un cerchio di specchi, un cerchio di accoglienza e riconoscimento priva di giudizio.

Un’opportunità di andare dentro, con l’ausilio di tecniche meditative e di respiro.

Può essere fonte di ispirazione, di riflessione, di espansione del proprio pensiero circolare e del proprio cuore.

Se queste tematiche ti toccano in qualche modo, se senti che sei limitato nella tua espressione e nel riconoscimento delle tue risorse e possibilità, il confronto e l’accoglienza del gruppo potrebbero aiutarti.

Sei il benvenuto, incondizionatamente.

L’ultimo incontro è riservato sole alle donne.

Gli incontri hanno una progressione logica e potrebbe essere più efficace partecipare a tutti e quattro, ma non indispensabile.

Chiama o scrivi per info. 329.22.9.22.273 – irisjoy1972@gmail.com

Iris Gioia A. Le Piane – Deva Rajani – Professionista disciplinata ai sensi della legge 4/2013 – Iscrizione ai Registri SIAF Italia n. LO2215-OP – Discipline Olistiche.