Archivi categoria: Advaita e Risveglio

Quello che la vita ti offre è conforme alla tua emanazione.

Non abbiamo controllo dei nostri pensieri e sentimenti. Tante sono le dipendenze emozionali e i sequestri emotivi e analitici.
Spesso sprechiamo energie in pura perdita invece di economizzarle in vista di un lavoro importante e profondo.

Il lavoro è conoscersi e crescere in coscienza di sè, ricordarsi continuamente delle proprie priorità, e ridirigersi verso esse, ogni qualvolta è necessario.

Nel frattempo vivere, le relazioni, la musica, la natura, ma… in coscienza di sè.

Nel contempo abbracciare tutto di sè, ferite, lati ombra, paure e frustrazioni…. includere tutto e per questo disfarsi dell’immagine che vogliamo avere di noi.

Siamo quel che siamo, ad ogni istante cambiamo. E questa è l’unica cosa che non cambia.

Buongiorno!

L’Ego spirituale, oggi.

200316042-001

Argomento scomodo, lo so.

Sono circa 20 anni che vivo, studio e lavoro nel mondo della crescita personale e dell’evoluzione spirituale e la quantità di manipolazione, strategie e subdolo controllo che ho trovato in quest’ambito non l’ho riscontrata in nessun’altro ambiente.

Oggi maestri, guru, specialisti, istruttori dell’anima e via dicendo spopolano e infestano il web come mai prima, io stessa ne sono un esempio, ma siamo sicuri che chi abbiamo di fronte abbia autenticamente, con cuore e anima, lavorato su ciò che ci sta proponendo o che pretende di mostrarmi?

Alla stessa stregua di una guida alpina, anche nel percorso di evoluzione spirituale, non puoi condurre qualcuno dove tu stesso non sei stato.

Ci sono 10 indicatori che, nella mia esperienza personale, ho potuto osservare. Indicatori di un autentico “maestro” e indicatori di un ego gonfiato dalle nozioni e tecniche di crescita e miglioramento.

Continua a leggere L’Ego spirituale, oggi.

Quando dimentichi di essere infinito.

Lo spazio non può essere perturbato.

L’oggetto nello spazio, sì.

Quando mi offendo, quando nasce il risentimento, la paura di perdere, il bisogno di vincere un confronto, l’invidia, l’avversione o l’attaccamento…… mi fermo qualche istante, il tempo di qualche respiro, l’aria entra nel corpo, l’aria esce dal corpo…. respiro… profondo e totale….e pongo una domanda interiore, sto ferma, attendo quindi nel silenzio che la vita mi riveli il suo insegnamento. Non cerco una risposta, in quel momento, non è lo spazio, ma l’oggetto che brama una risposta. 

Lo spazio attende il sussurro della Vita Maestra.

Perché la vita è maestra, lei sola.

E la domanda è: quale oggetto credo di essere?

Se sono perturbato, ho dimenticato di essere lo spazio ed ho iniziato a credere di essere l’oggetto.

Non potrebbe essere più semplice e spietato di così.

La cosa meravigliosa è che la vita mi ama, e vuole che imparo, e vuole che vivo la mia Veritá, e troverà tutte le forme, i luoghi e le persone necessarie a ciò, se resisto, mi faccio male. Se vivo il cambiamento, imparo.

Aho. Ashè. Namastè. 

Un Messaggio di Amore e Verità

Abbandoniamo la nostra verità per “comprarci” un po’ di amore, di riconoscimento e di considerazione, perchè pensiamo di non essere degni di amore, ma in questo modo non riusciremo mai a sentirci incondizionatamente amati, perchè non siamo nella verità.

E’ un circolo vizioso infinito.

Ricominciamo a ricordare?

La Verità è che noi siamo Amore. E nell’essere Amore siamo Verità, quella verità che abbraccia la luce e l’ombra, il buddha e zorba, il santo e l’assassino. E quando siamo nello spazio della Verità, allora Amore permea la nostra vita e il nostro respiro, senza etichette, senza confini: si rivela in un fiore, negli occhi di un bimbo, nello sguardo di uno sconosciuto, in un gesto gentile e accurato.

E’ molto più riposante riconoscere lo spazio di Amore e Verità, è molto più faticoso invece negarlo, confrontarlo, cambiarlo, gestirlo, etichettarlo, aggiustarlo, possederlo, barattarlo, investirlo, pianificarlo… etc… faticoso e inutile, peraltro.

La Verità è Sovrana, l’Amore il suo inseparabile compagno.

Da qualche parte dobbiamo pur ricominciare a ricordare.

Siamo nati per fare esperienza, esperienza di Amore e Verità, senza scelta, quello che accade è abbastanza, la vita ha più fantasia e senso dell’umorismo.

Lifes Knows Better.

Affidiamoci.

 

Sono forse impazzito?????

Ma vi siete mai chiesti quanto coraggio (o follia) ci vuole per vivere alla maniera in cui viviamo oggi in Occidente?

Come scoiattoli dentro la ruota, stretti tra adempimenti, orari, tasse e relazioni chiuse in spazi stretti e abbozzatcamicia-di-forzai, con vagonate di input sensoriali per i quali non abbiamo tempo di dare un’interpretazione, una lettura, un senso.

E intanto la vita ci guarda sorniona, mentre tutti sfrecciano a destra e sinistra e non ci possiamo permettere di fermarci ad annusare un fiore (sennò ci superano), salvo forse farne una foto per istagram, così ci vedono, così qualcuno ci può confermare che esistiamo.

La coscienza collettiva spinge per evolversi, spinge per la verità e la Terra è sua alleata. Chi più chi meno siamo tutti in crisi.

Ma stiamo impazzendo o emergendo spiritualmente????

Continua a leggere Sono forse impazzito?????

L’attenzione è Amore in Azione

 

event05

Meravigliosa testimonianza nell’intervista a  Florian Schlosser.

Ho avuto i brividi per tutti i 16 minuti.

Comprendo che il risveglio è solo l’inizio dell’avventura.

Comprendo che oggi la coscienza collettiva ha bisogno di un’energia Yin, che chiama l’energia dolce e compassionevole di una Madre che si prende cura del figlio, si passa dalla rigidità alla morbidezza, si passa dal resistere e voler cambiare ciò che respingiamo, ad accoglierlo, abbracciarlo, dargli riconoscimento per integrarlo.

Continua a leggere L’attenzione è Amore in Azione